Gorizia: Gli scritti di Giannantonio Paladini in “Istria e Dalmazia” 10 maggio

Stampa

Giannantonio Paladini, scomparso nel 2004, ha insegnato storia moderna e contemporanea per oltre trent’anni all’Università Cà Foscari di Venezia. Prolifico pubblicista e scrittore di apprezzati libri, innumerevoli sono i suoi interventi su giornali, riviste e nelle conferenze sulla storia del confine orientale e pertanto sui temi a noi cari, come il dramma delle foibe e dell’esodo, anche in collaborazione con l’ANVGD di Venezia.

“Paladini – spiega il Presidente dell’ANVGD e Lega Nazionale di Gorizia Rodolfo Ziberna - è ritenuto storico di grande rigore e moralità, uno dei primi “al di là del Tagliamento” ad affrontare questi argomenti. E’ stato severe critico verso una parte del mondo accademico, responsabile di aver occultato queste verità storiche.”

Ecco la ragione per cui l’ANVGDA di Venezia ha ritenuto di pubblicare, grazie ad Alessandro Cuk, il libro “Istria e Dalmazia”, che contiene scritti ed interventi di Paladini sui problemi del confine orientale.

A presentare il libro, introdotto dal Presidente Rodolfo Ziberna, sarà  il prof. Fulvio Salimbeni, collega ed amico di Paladini, lunedì 10 maggio, alle ore 17.30, presso il Ridotto del Teatro “G. Verdi” di Gorizia, gentilmente concesso dal Comune di Gorizia.