• 040365343
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Trieste non avrebbe mai accettato alcuna bandiera all'infuori di quella italiana

Riportiamo l'articolo firmato da Michele Pigliucci e pubblicato su lacitta.eu

http://www.lacitta.eu/cultura-lazio/48-cultura/15486-trieste-non-avrebbe-mai-accettato-alcuna-bandiera-allinfuori-di-quella-italiana.html

Tra il 1948 e il 1954 Trieste rimase contesa fra l'Italia, che aveva perso la guerra, e la Jugoslavia guidata da Tito, che non si accontentava di possedere l'Istria e la Dalmazia e rivendicava il possesso del capoluogo giuliano.

Fu in questo contesto che, nei giorni fra il 3 e il 6 novembre 1953, la popolazione di Trieste scese in piazza per rivendicare la propria italianità.

Grandi manifestazioni attraversarono la città occupata dagli angloamericani sventolando bandiere tricolori. Ma la polizia civile decise di sequestrare il vessillo tricolore dei manifestanti causando così l'esplosione di violenti scontri: i manifestanti difesero la propria bandiera e i poliziotti inglesi spararono sulla folla, uccidendo sei persone e ferendone decine.

Si trattò di una rivolta popolare grazie alla quale il mondo capì che Trieste non avrebbe mai accettato alcuna bandiera all'infuori di quella italiana: nel 2004 il Presidente della Repubblica Ciampi ha conferito ai caduti la medaglia d'oro al merito, quali ultimi martiri del Risorgimento nazionale.

Alcune immagini di queste giornate sono reperibili su questi video dell'epoca: http://www.youtube.com/watch?v=fPX5KEwcl8w

http://www.youtube.com/watch?v=7-lcxNHChZI


 

Quest'anno ricorre il 60esimo anniversario di questo episodio. Per ricordarlo la Lega Nazionale ha prodotto una mostra fotografica inaugurata sabato scorso a Trieste nel palazzo della Prefettura, alla presenza del Sindaco e del Presidente della provincia.

Oltre alla mostra sono stati pubblicati e presentati due libri: uno fotografico e un saggio storico che ricostruisce le cause e le dinamiche che portarono a questo episodio, ancora ignorato dai libri di scuola.

Sarebbe bello che questa mostra potesse toccare diverse città d'Italia, affinché tutti possano conoscere questo importante episodio della nostra storia: per questo, se qualcuno avesse la possibilità di organizzare un'iniziativa nel proprio territorio per ricordare questo anniversario, magari trovando uno spazio per esporre la mostra, è pregato di contattarmi.

I libri sono facilmente acquistabili a Trieste e a Roma, oppure possono essere richiesti alla Lega Nazionale (040.365343 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) che li spedirà: ​ ​ - ​ ​ Paolo Sardos Albertini e Piero Delbello, "La Lega Nazionale e i ragazzi del '53", Edizioni Mosetti, Trieste 2013. ISBN: 9788890267422

- Michele Pigliucci, "Gli ultimi martiri del Risorgimento", Edizioni Mosetti, Trieste 2013. ISBN: 9788890267413.

Michele Pigliucci

Libri, DVD e gadget

Se volete avere libri, DVD e gadget della Lega Nazionale

cliccate QUI 

Ultima novità:

Per un grande amore 

I Giovani della Lega nazionale

 

 

Vuoi partecipare alle nostre attività? Vuoi collaborare con la Lega nazionale? Ha i voglia di portarci le tue idee, di mettere a frutto le tue capacità?

 

carto3pic

 

Il gruppo Giovani (18 ai 35 anni) si incontra

presso la sede di Via Donota 2

scrivici o chiamaci!