• 040365343
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si svolgerà tra Trieste e Duino Aurisina, nelle giornate del 22, 23 e 24 novembre, un convegno internazionale di Studi dal titolo «La via della Guerra. Italia e mondo adriatico-danubiano alla vigilia della Grande Guerra» Trieste, Biblioteca Statale «Stelio Crise», Largo Papa Giovanni XXIII n. 7 Giovedì 22 novembre 2012, ore 9.30-19.00 Venerdì 23
novembre 2012, ore 9.00-12.30

Ecco il programma nel dettaglio:
Giovedì, 22 novembre 2012 tra le 9.30 e le 13.00: interverranno Adriano Papo, Gianluca Pastori (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano), Tibor Szabó (Università degli Studi di Szeged), Antonio Sciacovelli (Università dell’Ungheria Occidentale, Polo di Szombathely), Le donne, Kristjan Knez (Società di studi storici e geografici di Pirano). Nel pomeriggio, tra le 15.30 e le 19.00: Alessandro Rosselli, Giovanni Cerino-Badone (Università del Piemonte Orientale «Amedeo Avogadro», Alessandria), Stefano Pilotto (Università degli Studi di Trieste), Paolo Radivo (Società di studi storici e geografici di
Pirano), Gianfranco Hofer (Deputazione di Storia Patria della Venezia Giulia), Lorenzo Salimbeni (Università degli Studi di Trieste), Marina Rossi (Istituto per la Storia del Movimento di
Liberazione, Trieste).

Venerdì 23 novembre ore 9.00-12.30: Antonio D. Sciacovelli, Balázs Barták (Università
dell’Ungheria Occidentale, Polo di Szombathely), Alessandro Rosselli (Università degli Studi di Szeged), Roberto Coaloa (Università Statale di Milano), Fulvio Senardi (Istituto Giuliano di Storia, Cultura e Documentazione, Trieste), Lorenzo
Tommasini (Università di Siena), Adriano Papo (Assoc. Culturale «Pier Paolo Vergerio»; Sodalitas adriatico-danubiana).

Venerdì 23 novembre ore 17.30: Serata letteraria «Sulla via della guerra: una carriera nella notte» a cura di Antonio D. Sciacovelli, con intervento di Balázs Barták Intermezzo musicale con danze ungheresi di Brahms e brani di Liszt, suonati al pianoforte dal Duo Labib-Lacroix del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino Trieste, presso l'Antico Caffè San Marco, via C. Battisti, 18.

 

Sabato 24 novembre ore 10-13 Tavola rotonda «Imperialismi e irredentismi contrapposti alla vigilia della Grande Guerra» ad Aurisina (Trieste), Casa della Pietra «Igo Gruden» Con presentazione dei libri: R. Coaloa, "Carlo d’Asburgo, l’ultimo imperatore", e D. Redivo, "Lo sviluppo della coscienza nazionale nella Venezia Giulia".

Sì è svolto martedì 30 ottobre 2012, presso il "Liceo Dante Alighieri" a Trieste un incontro di studi nell'ambito del 120° Anniversario di Fondazione della Lega Nazionale. Sono intervenuti il Presidente Avv. Paolo Sardos Albertini, il Prof. Diego Redivo (che ha affrontato il tema “La Lega Nazionale tra la fine dell’impero asburgico e il consolidamento del fascismo 1891-1929”), la Prof.ssa Diana De Rosa (su “Il sistema scolastico ed educativo della Lega Nazionale 1891-1929”), il Dott. Ivan Buttignon (su “Lega Nazionale e Governo Militare Alleato, una rivalità culturale 1946-1954") ed il Prof. Roberto Spazzali (su "La Lega Nazionale e gli anni del crepuscolo dell'idea di nazione 1965-1985). In precedenza, era stata deposta una corona d'alloro al Famedio della scuola per ricordare gli avvenimenti del 30 ottobre 1918 e i caduti per l'Italianità di Trieste.

Tutte le immagini cliccando su questo link

https://picasaweb.google.com/106555125929865869647/30Ottobre2012120LegaNazionalePressoLiceoDante?authuser=0&feat=directlink

dsc_6837

Si concluderanno domani 30 ottobre 2012 a Trieste con l’omaggio al Famedio del Liceo “Dante Alighieri”, alle ore 9.30, le numerose iniziative promosse dal "Comitato per il 120° anniversario" della Lega Nazionale, presieduto dal dott. Guido Sonzio.

A seguire, un incontro di studi , nell’Aula Magna dello stesso Liceo, curato dal prof. Diego Redivo, per ricordare e ripensare i primi 120 anni di vita della nostra Associazione. Questi i relatori e i temi trattati:

  • Diego Redivo “La Lega Nazionale tra la fine dell’impero asburgico e il consolidamento del fascismo (1891-1929)”

  • Diana De Rosa “Il sistema scolastico ed educativo della Lega Nazionale (1891-1929)”

  • Ivan Buttignon “Lega Nazionale e Governo Militare Alleato, una rivalità culturale (1946-1954)”

  • Roberto Spazzali “La Lega Nazionale e gli anni del crepuscolo dell’idea di nazione (1965-1985)”.

Il tutto , peraltro, sotto il segno di una profonda intrinseca coerenza, di una rigorosa fedeltà ai quattro temi che costituiscono, da sempre, l’anima profonda della Lega Nazionale : Identità e Nazione, Italia e Libertà.

Nell'ambito delle celebrazioni per il 120° anniversario di attività della Lega Nazionale, si è svolta oggi, 26 ottobre, una commemorazione presso la Sala del Consiglio Comunale di Trieste. Sono intervenuti il Presidente avv. Paolo Sardos Albertini, il socio onorario Gianfranco Gambassini ed il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini. Non sono mancati i momenti di commozione al ricordo degli avvenimenti salienti della storia della nostra Associazione, in una sala gremita da soci e simpatizzanti.

La cerimonia è stata preceduta dall'alzabandiera, in Piazza Unità, presenziata dai dirigenti della Lega Nazionale, in una giornata in cui si è ricordato il 26 ottobre 1954, il ritorno dell'Italia a Trieste. 

Tuttle le immagini della giornata le potete trovare a questo indirizzo 

https://picasaweb.google.com/106555125929865869647/26Ottobre2012120AnniversarioLegaNazionale?authuser=0&feat=directlink


dsc_6741 


Sono trascorsi cento e venti anni da quel dicembre 1891 quando, superati gli ostacoli giuridico polizieschi dell’Impero d’Austria, la Lega Nazionale iniziò a vivere e ad operare.

Era stato nell’ottobre dell’anno precedente che il Tribunale dell’Impero di Vienna aveva autorizzato lo Statuto della Lega (e bocciato quello della Pro Patria).

“Il Piccolo” del 29 ottobre 1890 era uscito dando la notizia in prima pagina. Aggiungeva : “Fino a ieri, un’ora dopo arrivateci il telegramma (da Vienna), abbiamo ricevuto una offerta per la futura Lega Nazionale da parte di alcuni bravi operai e nel pomeriggio ci sono pervenute altre offerte”.

Seguiva un elenco che iniziava con il personale della tipografia e proseguiva con una serie di nominativi tra cui il Podestà di Trieste avv. Felice Venezian ed il proprietario e direttore de “Il Piccolo” stesso, Teodoro Mayer.

Cento e venti anni di storia, per una Associazione, sono un bel traguardo. Una storia che ha coinvolto tre secoli: l’ottocento, il novecento, il duemila.

Il Comitato per il 120° anniversario, presieduto dal dott. Guido Sonzio, ha messo in cantiere numerose iniziative che sono state avviate nel 2011 e che si concludono nel 2012.


Libri, DVD e gadget

Se volete avere libri, DVD e gadget della Lega Nazionale

cliccate QUI 

Ultima novità:

Per un grande amore 

I Giovani della Lega nazionale

 

 

Vuoi partecipare alle nostre attività? Vuoi collaborare con la Lega nazionale? Ha i voglia di portarci le tue idee, di mettere a frutto le tue capacità?

 

carto3pic

 

Il gruppo Giovani (18 ai 35 anni) si incontra

presso la sede di Via Donota 2

scrivici o chiamaci!