I FATTI DI LIVORNO

Stampa
"Tito ce l'ha insegnato: la Foiba non è reato"
Lo striscione apparso durante la partita Livorno-Triestina

"Tito ce l'ha insegnato: la Foiba non è reato"
Lo striscione apparso durante la partita Livorno-Triestina

L’avv. Paolo Sardos Albertini, Presidente della Lega Nazionale e del “Comitato per i Martiri delle Foibe” ha espresso vivo apprezzamento per l’intervento in sede parlamentare dell’on. Menia in merito allo scandaloso episodio verificatosi a Livorno in occasione della partita di calcio.

L’esplicita esaltazione dell’opera degli infoibatori contenuta nel noto striscione costituisce sicuramente apologia di reato e dovrebbe essere scontato che la magistratura persegua i responsabili.

Poiché il Sindaco di Livorno ha ritenuto comunque di condannare il vergognoso episodio , l’avv. Sardos ha auspicato che alle parole di condanna seguano fatti adeguati.

Vale a dire che, anche a titolo riparatorio, l’Amministrazione Comunale livornese dovrebbe sentire il dovere morale di intitolare una pubblica strada ai Martiri delle Foibe.

In tal senso l’avv. Sardos a nome della Lega Nazionale e del “Comitato per i Martiri delle Foibe” si è rivolto direttamente al Sindaco di Livorno chiedendo un suo attivarsi in tal senso.

IL PRESIDENTE (avv. Paolo Sardos Albertini)