Indice

Stampa

Il 5 maggio 1945 di fronte ad un corteo spontaneo di migliaia di triestini inneggianti all'Italia i titini sparano sulla folla. Cinque manifestanti cadono sotto il piombo dell'invasore, altre decine rimangono ferite.


"Animato da profonda passione e spirito patriottico, partecipava ad una manifestazione per il ricongiungimento di Trieste al Territorio nazionale, perdendo la vita in violenti scontri di piazza. Mirabile esempio di elette virtù civiche ed amor patrio, spinti sino all'estremo sacrificio"


Claudio BURLA - 5 maggio 1945

Giovanna DRASSICH - 5 maggio 1945

Graziano NOVELLI - 5 maggio 1945

Mirano SANCIN - 5 maggio 1945

Carlo MURRA - 5 maggio 1945

Emilio BELTRAMINI 3 novembre 1945

Alino CONESTABO - 15 settembre 1947


- Caduti per l'Italia e per la Libertà

- 5 maggio 1945: Caduti per la libertà

- 5 maggio 1945: a Trieste si moriva per l’Italia

- Caduti di Via Imbriani: ricostruzione storica

- Un atto di Giustizia fortemente voluto dalla Lega Nazionale



le foto dei Caduti

Medaglia d'Oro: comunicato stampa della Lega Nazionale

La richiesta della Medaglia

Lettera alla Lega Nazionale dai fratelli di Alino Conestabo

 Lettera di ringraziamento al Presidente Ciampi

5 maggio 2006: discorso del Sindaco Roberto Dipiazza