PROGETTO CAVERI: DISCRIMINAZIONI E ONERI ECONOMICI

Stampa

L'avvocato Paolo Sardos Albertini, presidente della Lega Nazionale, ha rilevato come il progetto di tutela degli sloveni dell'onorevole valdostano Caveri riproduca sostanzialmente, nelle forme più estremiste, analoghe iniziative legislative presentate nelle passate legislature dall'onorevole Spetic, dal senatore Bratina e da altri esponenti estremisti della minoranza slovena.

Il progetto Caveri costituisce una ulteriore gravissima provocazione proprio in quanto pretende affermare una serie di inammissibili privilegi a favore della minoranza slovena, a discriminazione della maggioranza italiana e con pesantissimi oneri burocratici ed economici a carico dello Stato.

Il tutto senza che vada a rispondere ad alcuna reale esigenza posto che non esiste un solo appartenente alla minoranza slovena in Italia che non conosca perfettamente la lingua italiana e che quindi si trovi oggettivamente ad aver bisogno di usare la lingua slovena.

In realtà l'iniziativa dell'onorevole Caveri e di quanti la sostengono ha un solo gravissimo  obiettivo: intaccare o quantomeno mettere in discussione il bene supremo della pacifica convivenza interetnica di cui stanno beneficiando fortunatamente tutte le etnie della regione Friuli Venezia Giulia.

La Lega Nazionale denuncia con la massima fermezza tale irresponsabile provocazione e mette in guardia contro ogni tentativo di associarsi, da qualsiasi posizione, a questo genere di strumentalizzazioni.

La Lega Nazionale ribadisce inoltre come, pregiudizialmente ad ogni iniziativa legislativa in materia, debba necessariamente essere previsto quanto segue:

a) censimento;

b) Testo Unico delle norme già esistenti in materia;

c) precisa individuazione e identificazione dei contributi finanziari già operanti a favore della  minoranza slovena ed erogati dallo Stato, dalla Regione, dalle Provincie e dai Comuni.

In concreto il presidente Sardos si è già rivolto al presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera, onorevole Rosa Russo Jervolino, chiedendo una audizione della Lega Nazionale, e di quant'altri, avanti la Commissione stessa e ciò analogamente a quanto avvenuto nel 1991 da avanti alla omologa Commissione del Senato.

A tal fine è stato pure responsabilizzato l'onorevole Roberto Menia, segretario della Commissione, affinché operi per il tempestivo realizzarsi di tali audizioni. La Lega Nazionale provvederà pure alla costituzione di una commissione incaricata di vagliare ed analizzare il progetto Caveri in un'ottica tecnico-giuridica.

Paolo Sardos Albertini