Libri a 60 anni dai moti del '53

"La Lega Nazionale e i ragazzi del '53"

Paolo Sardos Albertini e Piero Delbello, Edizioni Mosetti, Trieste 2013. ISBN: 9788890267422


"Gli ultimi martiri del Risorgimento"

Michele Pigliucci, Edizioni Mosetti, Trieste 2013. ISBN: 9788890267413.


I libri sono facilmente reperibili a Trieste e a Roma, oppure possono essere richiesti alla Lega Nazionale

(040.365343 - leganazionaletrieste@libero.it )

I Giovani della Lega nazionale

 

 

Vuoi partecipare alle nostre attività? Vuoi collaborare con la Lega nazionale? Ha i voglia di portarci le tue idee, di mettere a frutto le tue capacità?

 

carto3pic

 

Il gruppo Giovani (18 ai 35 anni) si incontra

presso la sede di Via Donota 2

tutti i mercoledì dalle 18.00

 

 

Libri, DVD e gadget

Se volete avere libri, DVD e gadget della Lega Nazionale

cliccate QUI 

Ultima novità:

Per un grande amore 

Foiba di Basovizza

 

Centro di Documentazione

presso la

Foiba di Basovizza

tutte le informazioni: www.foibadibasovizza.it

 

il Centro di Documentazione è aperto :
da Marzo a Giugno tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00

da martedì 1 luglio 2014 fino al 31 gennaio 2015 dalle ore 10 alle ore 14, chiuso il mercoledì.

 

 

Per informazioni e prenotazioni di visite guidate

telefonare al n. 040-365343

o mandare una e-mail al seguente indirizzo: info@leganazionale.it

 

Grande Guerra

Pagina principale Giorno del Ricordo Appuntamenti PRESENTATO IN MUNICIPIO L’AMPIO PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI DEL "GIORNO DEL RICORDO 2012"

PRESENTATO IN MUNICIPIO L’AMPIO PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI DEL "GIORNO DEL RICORDO 2012".

IL 10 FEBBRAIO, ALLA CERIMONIA SOLENNE A BASOVIZZA, PRESENTE IL PRESIDENTE DEL SENATO RENATO SCHIFANI.

MANIFESTAZIONI ANCHE A ROMA E, IN TUTTO IL MONDO, NEI PAESI DELL’EMIGRAZIONE GIULIANA

E’ stato presentato oggi, nel Salotto Azzurro del Municipio, l’ampio programma delle manifestazioni previste in occasione della prossima ricorrenza del "Giorno del Ricordo 2012" (10 febbraio - istituito nel 2004 a perenne memoria degli infoibati e dei 300 mila italiani esuli dall'Istria e dalla Dalmazia), organizzate dal Comune di Trieste, dalla Provincia e dal Comitato per i Martiri delle Foibe con l’adesione di tutte le diverse associazioni e sodalizi patriottici e del “mondo dell’Esodo”.

Numerosi infatti, anche a testimonianza di questa molteplicità e comunanza attorno a questa significativa ricorrenza, sono stati i presenti all’odierna conferenza stampa, a nome delle rispettive associazioni. Accanto ai “vertici” dei tre principali Enti organizzatori, per il Comune il Sindaco Roberto Cosolini con il “vice” Fabiana Martini e l’Assessore alla Cultura Andrea Mariani, per la Provincia la Presidente Maria Teresa Bassa Poropat, per il Comitato per i Martiri delle Foibe il presidente Paolo Sardos Albertini (anche nella veste di presidente della Lega Nazionale), sono così intervenuti: Renzo Codarin (Federazione degli Esuli), Massimiliano Lacota (Unione degli Istriani), Lorenzo Rovis (Associazione delle Comunità Istriane), Dario Rinaldi (Associazione Giuliani nel Mondo), Piero Delbello (IRCI), Raoul Pupo (Istituto per la Storia del Movimento di Liberazione del FVG), il gen. Riccardo Basile (Federazione Grigioverde), il gen. Silvio Mazzaroli (Libero Comune di Pola), Fabio Ortolani (Associazione Nazionale Alpini-Sezione di Trieste), il cap. Marzio Serra (per il Comando Militare-Esercito del Friuli Venezia Giulia).

Ha aperto l’incontro il Sindaco Roberto Cosolini, sottolineando l’intensità e l’ampiezza del variegato programma di quest’anno, ricco di avvenimenti culturali e di approfondimento che si dispiegheranno attorno al “momento centrale” del Ricordo, la cerimonia solenne di venerdì 10 febbraio, alle ore 10, al Monumento Nazionale della Foiba di Basovizza. “Un programma nutrito – ha detto il Sindaco – che sta anche a segnalare l’alto livello di coordinamento attuato dal Comune e dal suo Assessorato alla Cultura con la fattiva collaborazione e disponibilità dimostrata in quest’occasione da tutte le Associazioni.” “Ma anche la cerimonia principale avrà quest’anno un profilo particolarmente alto” ha proseguito Cosolini, annunciando la presenza a Basovizza del Presidente del Senato Renato Schifani, seconda carica istituzionale dello Stato. Inoltre – ha riferito ancora il Sindaco – nelle settimana successiva è previsto l’arrivo a Trieste del Sindaco Gianni Alemanno, “alla guida” di un gruppo di scolaresche di Roma per una serie di visite ai “luoghi del Ricordo”.

Per quanto riguarda la cerimonia solenne di venerdì 10 a Basovizza, questa si svolgerà secondo il tradizionale programma, con Ingresso dei Gonfaloni, Alzabandiera, Onori ai Martiri delle Foibe, Santa Messa e Lettura della “Preghiera per gli Infoibati”, interventi delle Autorità. Successivamente una delegazione si recherà a rendere omaggio alla Foiba di Monrupino.

Per la partecipazione alla cerimonia, il Comitato per i Martiri delle Foibe e la Lega Nazionale, in collaborazione con la Trieste Trasporti, metteranno, come di consueto, a disposizione alcuni autobus che partiranno alle ore 9.15 da piazza Oberdan (lato Consiglio Regionale), con ritorno a fine cerimonia (ore 11.30-12 circa). Per prenotazioni rivolgersi alla Lega Nazionale, via Donota 2, tel. 040-365343.

Illustrando e commentando quindi il consistente “pacchetto” delle iniziative collaterali (vedi qui sotto l’elenco completo), il Vicesindaco Fabiana Martini ha rimarcato come l’intento “guida” nella formulazione dell’intero programma sia stato, accanto a quello doveroso del ricordo e della riflessione, quello, altrettanto necessario, “dell’ulteriore spiegazione e diffusione di una storia nostra ancora poco nota, e ciò in particolare verso le giovani generazioni”. Concetto questo ripreso anche dall’Assessore alla Cultura Andrea Mariani – che ha inoltre sottolineato l’importanza del coordinamento attuato tra le diverse realtà associative “anche per non settorializzare le diverse memorie, storie e punti di vista, conferendo invece a tutte un senso univoco e più alto di nuova collaborazione”. Anche la Presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat ha rimarcato il valore di una rivisitazione degli avvenimenti storici “che guardi ai giovani e passi anche attraverso la cultura, come ha voluto espressamente fare la Provincia – ha detto – puntando, anche in quest’occasione, sul coinvolgimento delle scuole e sull’organizzazione di “colloqui” ed eventi culturali quali un incontro con lo storico Roberto Spazzali (il 9 febbraio) e il Premio “Histria Terra” (conferimento il 16 pomeriggio presso l’Unione degli Istriani)”.

Dal canto suo, anche il presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe Paolo Sardos Albertini ha espresso “grande soddisfazione per il proficuo e consolidato coordinamento realizzato quest’anno, che viene a rappresentare quasi una sorta di ulteriore “premio” per gli sforzi fin qui svolti per la maggior conoscenza delle nostre vicende storiche, sforzi che hanno portato nell’anno appena trascorso a far sì che quasi 100 mila persone, di cui il 60% giovani, potessero visitare la Foiba di Basovizza e il suo Centro di Documentazione”. A proposito della cerimonia del 10 febbraio, Sardos Albertini ha poi segnalato l’ancor più forte collaborazione realizzata quest’anno con l’Associazione Alpini, anche in occasione del 90° di fondazione della Sezione di Trieste. A tale proposito è stato quindi lo stesso presidente dell’ANA di Trieste Fabio Ortolani a precisare come, proprio nel quadro delle celebrazioni per il 90° della Sezione, venerdì prossimo potranno essere presenti a Basovizza quasi 400 Alpini di diverse città italiane, con l’intervento anche del Labaro Nazionale dell’ANA.

Ancora per gli aspetti culturali, e riguardo a incontri o cerimonie che si svolgeranno fuori città – e quindi al di là del “programma triestino” delle iniziative – il direttore dell’IRCI Piero Delbello ha annunciato come nello stesso “Giorno del Ricordo” di venerdì 10, ma a Roma, nella Sala della Lupa della Camera dei Deputati (a Palazzo Montecitorio, alle ore 11), verrà inaugurata dal Presidente Fini la mostra “Esodo e Foibe: i nomi e i volti”, in collaborazione appunto con l’IRCI (Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata).

Sempre a Roma, alla cerimonia ufficiale per il Giorno del Ricordo, che si svolgerà al Palazzo del Quirinale, quest’anno già giovedì 9, quando il Presidente della Repubblica Napolitano consegnerà le Onorificenze ai familiari delle vittime delle Foibe, la presenza triestina sarà stavolta particolarmente nutrita: come ha spiegato stamane Renzo Codarin la cerimonia sarà accompagnata dalle musiche degli Allievi del Conservatorio “Tartini” e preceduta da un’allocuzione introduttiva di inquadramento storico di Raoul Pupo. Un “tocco” triestino molto spiccato che – ha detto Codarin - è stato chiesto e desiderato dallo stesso Presidente Napolitano.

Intanto, il "Giorno del Ricordo 2012" sarà celebrato anche in tante città del mondo, nei continenti e nei Paesi dell’emigrazione giuliana, principalmente per iniziativa dell’Associazione Giuliani nel Mondo. Come ha ricordato il presidente onorario Dario Rinaldi, portando il saluto del presidente Dario Locchi, oggi assente da Trieste, “in questi giorni, dall’Australia all’Argentina, dal Sudafrica agli USA e al Canada, i Circoli giuliani daranno vita a manifestazioni, incontri, dibattiti e cerimonie, tutte a ricordo di quegli eventi ma anche a riconfermare l’attaccamento alle terre d’origine e all’identità, non solo dei protagonisti di quelle vicende ma anche dei loro figli e nipoti. Iniziative si svolgeranno così a Canberra e Adelaide, come a Buenos Aires e a Johannesburg, a Vancouver e Toronto, e in tante altre località. Ma la manifestazione principale – ha precisato Rinaldi - sarà quest’anno a New York, dove verrà allestita, in collaborazione con il Consolato Generale d'Italia, una mostra storico-documentaria sul tema presso la sede diplomatica.

Ancora con rilievo alla cultura, ma anche in una chiave di relazioni internazionali, il presidente dell’Unione degli Istriani Massimiliano Lacota ha annunciato, anche nella veste di Segretario generale dell’Unione Europea degli Esuli e degli Espulsi (UESE) e sempre nel quadro delle iniziative volte al Ricordo dei diversi Esodi che hanno toccato il nostro Continente, il prossimo realizzarsi nella nostra città, dal 9 all’11 febbraio, di una “Giornata dell’Armenia”, anche in occasione del 20° anniversario dell’indipendenza armena, in collaborazione con l’ambasciata in Italia del Paese caucasico e con un programma di incontri ufficiali ma anche di un evento musicale. In tale quadro, il 10 febbraio anche una delegazione ufficiale armena sarà presente alla cerimonia solenne di Basovizza.

Infine, più in là, e cioè il 24 marzo, un’ulteriore iniziativa sarà realizzata dal Libero Comune di Pola, stavolta a Cividale, al Teatro Ristori, dove – come annunciato oggi dal presidente gen. Silvio Mazzaroli – avrà luogo lo spettacolo teatrale “La Cisterna”, sul tema delle foibe.

Questo invece il programma completo delle manifestazioni “collaterali” triestine di questi giorni:

 

oggi, 3 febbraio

ore 16.30, Sala Maggiore di Palazzo Tonello (via Silvio Pellico 2), presentazione del volume “Francesco Salata e le nuove provincie nel 90° anniversario dell’istituzione dell’Ufficio Centrale per le Nuove Provincie”, Atti del Convegno Nazionale e Catalogo della Mostra Documentaria, a cura dell’Unione degli Istriani-Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

8 febbraio

ore 10, piazza Libertà, deposizione di corone al Monumento dell’Esodo e a seguire alla targa posta sulla facciata del Silos;

ore 10.20, piazzale Rosmini, deposizione di una corona davanti al monumento a Geppino Micheletti;

ore 10.40, Colle di San Giusto, deposizione di corone al Monumento agli Infoibati e al Monumento ai Caduti;

ore 11.30, monumento a Norma Cossetto, deposizione di corone alla stele nella via omonima (presso via Capodistria);

ore 12.30, località Noghere-Rabuiese, monumento in memoria dell’esodo degli italiani di Istria, Fiume e Dalmazia, deposizione di corone a cura della Federazione degli Esuli (ANVGD, Ass. Comunità Istriane, Libero Comune di Fiume in Esilio, Libero Comune di Zara in Esilio-Dalmati Italiani nel Mondo), della Lega Nazionale, del Libero Comune di Pola in Esilio e dell’Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio;

8-12 febbraio

Apertura straordinaria del Campo Profughi di Padriciano (orario 10-12 e 14-16 e apertura comunque garantita anche dalle ore 9.30 alle 12.30 di ogni giovedì fino a tutto febbraio), a cura dell’Unione degli Istriani-Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

8-12 febbraio

Ampliamento dell’orario del Centro di Documentazione della Foiba di Basovizza (dalle ore 10 alle 18), a cura della Lega Nazionale;

9 febbraio

ore 12, Civico Museo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata (via Torino 8), inaugurazione di “Esodo: la tragedia di un popolo”, riqualificazione dell’allestimento del II° Piano dedicato al “10 Febbraio - Giorno del Ricordo”, a cura dell’Istituto Regionale per la Cultura Istriano-Fiumano-Dalmata e della Lega Nazionale;

ore 16.30, Sala Chersi di Palazzo Tonello (via Silvio Pellico 2), “L’apporto degli italiani all’estero nella letteratura italiana”, conferenza del Presidente della Società Dante Alighieri di Vienna, prof. Alfred Noe, a cura dell’Unione degli Istriani–Libera Provincia dell’Istria in Esilio;

 

 

10 febbraio

ore 16.45, Salone d’Onore del Circolo Ufficiali di Trieste (via dell’Università 8), lettura di testimonianze su foibe ed esodo, a cura della Lega Nazionale, del Comitato per i Martiri delle Foibe e della Federazione Grigioverde;

11 febbraio

ore 17, Auditorium del Museo Revoltella (via Diaz 27), spettacolo teatrale “Il vertice capovolto” di Roberto Spazzali, regia di Maurizio Soldà, a cura della Federazione degli Esuli;

16 febbraio

ore 10, Aula Magna del Liceo “Dante Alighieri” (via Giustiniano 3), presentazione del dvd “Il confine più lungo”, a cura dell’Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione del Friuli Venezia Giulia di Trieste;

ore 16.30, Sala Chersi di Palazzo Tonello (via Silvio Pellico 2), cerimonia di conferimento del Premio “Histria Terra” 2012 al prof. Giuseppe Cuscito, a cura dell’Unione degli Istriani–Libera Provincia dell’Istria in Esilio;

17 febbraio

ore 16.30, Associazione delle Comunità Istriane (via Belpoggio 29/1), “Attualità dei valori risorgimentali - riflessioni sul Giorno del Ricordo”, seminario a cura dell’Associazione delle Comunità Istriane e della Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati.

 

COMTS - FS