LEGA NAZIONALE 
La Lega perde in casa: imbarazzante!
Lega Nazionale basket - dicembre 2005

Non penso ci siano aggettivi validi per definire una sconfitta di questo genere, non tanto nelle dimensioni del punteggio, quanto ai valori messi in campo.

La Lega perde in casa per 51-62 contro gli Skycrapers, compagine da sempre valida e quadrata, quest'anno e in particolare venerdì, rimaneggiata a dir poco.

Annata nuova errori di sempre, a cospetto di due punti da conquistare facilmente, la squadra di Pocecco dal primo minuto si adegua al basket cadenzato e lento degli avversari, anestetizzati da una zona 3-2 non aggressiva ma intelligentemente gestita e rispondendo con un attacco dalle polveri bagnate in tutti gli effettivi, forse eccezion fatta per Claudio Stefani.

Tutta la partita sotto, nel secondo quarto anche di 13 punti e un linguaggio del corpo che la dice tutta sulle capacità di reazione degli uomini di Aurisina; neanche Stefani con iniziative personali e un Di Giacco incisivo in fase difensiva, riescono a trascinare i compagni, desolatamente inermi e senza carattere.

Durante l'intervallo si è tentato serenamente di ritrovare la giusta concentrazione e la "cattiveria" necessaria per raddrizzare l'incontro; solo piccole e flebili fiammate, Camber alla grinta consueta pone come controaltare troppe palle perse, Calcina e Baldini sono praticamente fantasmi, Del Puppo inbuca un paio di tiri ma a partita persa, Basile trova dalla "spazzatura" qualche punto utile, Moro troppo nervoso e impreciso.

Da questo quadro di stampo surrealista si evincono i demeriti della Lega, acuiti da una sagacia tattica notevole da parte degli Sky; ottimi i rientri in transizione difensiva, intelligenti situazioni offensive facendo leva sull'esperienza dei due fratelli Fegac e da un Vatta sempre utile, sotto le plance Pensa basta e avanza a tener botta a tutto un reparto.

Il finale è una lenta via Crucis per Moro e soci, i due punti già mentalmente messi in cascina se ne vanno veloci come i secondi finali, la strada ai play off che sembrava spianarsi all'orizzonte riprende ad essere irta e impervia, la pausa di certo non aiuta il morale.

Come dopo la prima giornata buttata via a favore della Barcolana, adesso al rientro dalla sosta invernale, la Lega deve a tutti i costi fare un colpaccio fra Cicibona e Fuoricentro, battere la Servolana per poi eventualmente affacciarsi al girone di ritorno con effettive speranze play off.

Chiunque avesse giocato a basket o giochi attualmente sa benissimo che la medicina ideale dopo una sconfitta così amara è ripresentarsi da subito in campo per reagire e esternare con positività il momento no; destino cinico e baro invece pone la Lega davanti ad una pausa di qualche settimana prevista dal calendario, utile solo a far permanere quello stato di insoddisfazione e rabbia.

Urge lavorare sodo in allenamento, dare intensità a tutto quello che richiede il coach per raccogliere i frutti alla ripresa delle ostilità, solo così si potrà uscire da questo momento di crisi.

Visti la sopra citata pausa per le festività, tutta la Lega Nazionale Pallacanestro augura un sereno Natale ai visitatori, e un Felice Anno Nuovo ricco di soddisfazioni!

Raffaele Baldini