LEGA NAZIONALE 
Lega in palla, Servolana battuta
Lega Nazionale basket - aprile 2006

Lega in palla, Servolana battuta

Destino cinico e baro quello che accompagna la Lega Nazionale in questa stagione cestistica; nel momento quasi di congedarsi da questo campionato di Promozione, trova una lucidità e un forma insospettabile, batte 68-58 la Servolana fuori casa, essendo anche avanti di 20 punti.

Solita partenza in testa degli uomini di Pocecco, ultimamente sprigionanti una serenità e una tranquillità ben riflessa nei 28 metri; la mancanza dalla parte opposta di un uomo come Antonini e del lungo Rumaz non può da solo giustificare un atteggiamento non irreprensibile dei padroni di casa; oltre a difendere blandamente, oppongono una resistenza a rimbalzo ridotta a zero, beneficiari di tutto ciò non solo giocatori di stazza quali Calcina e Bratina, bensì anche insoliti rimbalzisti come Claudio Stefani.

L'attacco, da sempre sorretto sulle spalle solide del talentuoso Bianchi, non offre degni sostituti in termini di produttività, se non in un Maranzana dannatamente calato nella parte classica dell'ex senza pietà. Una prima bomba è solo il viatico ad una prestazione "mostre" della ripresa, la Lega per contro continua a essere più formica che cicala mettendo in cascina punti importanti da gestire nel prosieguo del match.

Se il primo tempo vede il vantaggio esterno galleggiare attorno ai dieci punti di margine, la ripresa è un crescendo rossiniano d'Aurisina, fatto principalmente da bombe da tre punti in serie: Baldini, Pocecco, Moro ma in particolare la bocca da fuoco della serata, Andrea Calcina, portano ben presto al +20 e una partita virtualmente chiusa.
Fra il virtuale e il reale c'è 

i mezzo Emanuele Maranzana, posseduto da una ispirata vena realizzativa, con un 6/8 da tre punti costruisce da solo una rimonta impossibile, supportato da nessun compagno e per questo umanamente con delle riserve alla distanza; si arriva al meno 7 pericoloso per Moro e soci, appena impauriti ma non entrati nel pallone vista la totale passività della Servolana nel cavalcare questo recupero.
Finale nuovamente riportato sui binari favorevoli agli uomini di Pocecco, bravi a gestire con calma e intelligenza i palloni nei minuti finali, esercizio di tiro dalla linea della carità con discreto profitto.

Ora, ultimo atto di questa stagione travagliata, una conclusione in crescendo contro i primi della classe, quel Fuoricentro di coach Colusso, ben affrontato nella gara di andata e vittorioso di un solo punto di vantaggio.

Un'occasione per porre la terza vittoria di fila, cosa mai successa quest'anno, e motivo in più per dare maggior dignità all'annata; poi ci sarà tempo per processi, discussioni e probabili commiati, posto che è già in essere un incontro fra società e giocatori a fine stagione.

Venerdì 9 Aprile, palestra di Aurisina ore 21.15:

LEGA NAZIONALE - FUORICENTRO

Raffaele Baldini